Gian Panino e la pozione Confusolente

Le parole siano quelle giuste

By AntonellaPetrera In Teatro

Gian Panino è un fornaio molto benvoluto e il suo forno è un posto felice. Questo suscita le invidie della Strega Malaspina da Cozzapetrosa, che avvelena nottetempo la farina che giunge al forno, con la Pozione Confusolente. Nessuno riesce più a parlare bene. La Strega Farina Giunge in soccorso al suo amico fornaio. Vanno insieme in cerca della Radice Lavatrice, per preparare l’antidoto alla malefica pozione. Ma la Strega Malaspina sguinzaglia una bestia contro di loro. Gian Panino, con la sua spontanea capacità di comunicare, riesce a farsi amico un nemico, e a ritorcere contro la Strega Malaspina il suo stesso maleficio, con l’aiuto dell’Indovino, un eccentrico personaggio magico. Lo spettacolo è realizzato da pupazzi e attori, e rivela come l’ingegno sia più utile della superstizione, specie in situazioni di difficoltà. E come la fedeltà e la capacità di comunicare risolvano al meglio anche le vicende più complicate.

 

 

DATI TECNICI

Durata spettacolo: 25 minuti

Età di riferimento: da 2 anni in poi

Spazio scenico: 3m x 5m, teatrino fornito dalla compagnia

Illuminazione: autonoma

Audio: autonomo

Oscurabilità: preferibile, ma non obbligatoria

Tempo di montaggio: 30 minuti

Tempo di smontaggio: 30 minuti

Personale artistico: Antonella Petrera, Angela Borromeo

Personale tecnico: Antonello Arpaia

Regia: Antonello Arpaia

Testo: Antonella Petrera

 

Scarica la scheda tecnica di Gian Panino e la pozione Confusolente

Lascia un messaggio